Coronavirus, party con 200 giovani a Selva di Val Gardena

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 1 feb. (askanews) - Party in un pub in alta montagna con 200 giovani scoperto a Selva di Val Gardena. A segnalare la violazione delle norme di sicurezza dovute alla pandemia sono stati i militari della Compagnia Carabinieri di Ortisei.

GUARDA ANCHE: Covid da zona arancione a gialla: cosa cambia

Gli investigatori hanno trovato - si spiega in una nota - circa duecento giovani accalcati nel locale che, in tempi normali, potrebbe contenerne solo 80, senza il minimo rispetto di distanze di sicurezza o norme di protezione individuale.

Ci sono volute ore - si aggiunge - per controllare e identificare tutti gli avventori. 155 saranno sanzionati per aver trasgredito le norme di contenimento del virus COVID-19, altri anche denunciati per aver rifiutato di fornire le proprie generalità (due), sanzionati per ubriachezza in pubblico (tre) e, infine, uno anche per aver opposto resistenza durante il controllo dei militari dell'Arma.

Certamente difficile - si sottolinea - la posizione del titolare del locale che ha permesso la festa. La sua condotta è attualmente al vaglio delle Autorità amministrative e che è già stato sanzionato per il mancato rispetto delle normative anti-covid.

I giovani, quasi tutti poco più che ventenni, si sono lasciati dietro anche una discreta quantità di sostanze stupefacenti, undici grammi di marijuana, abbandonati all'interno del locale per sfuggire al controllo dei militari dell'Arma.

GUARDA ANCHE: Concerto “nelle bolle” per restare distanziati