Coronavirus, paura globale

Prima la Cina, poi l’Italia. Quindi l’Europa, gli Stati Uniti, il mondo. Il Coronavirus non conosce frontiere, l’epidemia e' diventata pandemia e la paura cresce ovunque.

abr/mrv/red