Coronavirus: Pd, 'da regione Lombardia prima scontro con sindaci, ora più tamponi'

Coronavirus: Pd, 'da regione Lombardia prima scontro con sindaci, ora più tamponi'

Roma, 26 mar. (Adnkronos) – "Il presidente Fontana e l'assessore Gallera prima si sono lasciati andare a valutazioni relative a qualcosa che 'gli era sfuggito', ora dicono che i numeri di oggi sono legati a una strategia diversa". Lo dice Pietro Bussolati della segreteria nazionale Pd.

"Fatto sta che, dopo aver attaccato a muso duro i sindaci lombardi che chiedevano di fare più tamponi ai cittadini, oggi è stata allargata la mappatura epidemiologica con più tamponi, come richiesto anche da noi e dai medici, ai cittadini. Più tamponi vuol dire più casi positivi anche se la percentuale dei contagiati sui test effettuati era del 43% il 22 marzo e oggi del 42%. Piuttosto si lavori per potenziare l'assistenza domiciliare ai lombardi come ha fatto Bonaccini in Emilia-Romagna, e ad aumentare i test (che già oggi dovrebbero essere raddoppiati rispetto a qualche giorno fa)".