Coronavirus, Pd fa il punto su Brescia. Orlando: no polemiche

Lsa

Roma, 20 mar. (askanews) - Resta massima l'attenzione del Pd nazionale sulla situazione in Lombardia. Oggi il vicesegretario nazionale Andrea Orlando e i membri lombardi della Segreteria hanno tenuto una riunione in teleconferenza sulla situazione di Brescia, insieme al segretario regionale e a quello provinciale e i parlamentari e consiglieri regionali bresciani. E' quanto riporta una nota dell'ufficio stampa Pd.

Al centro dell'incontro la priorità dell'emergenza sanitaria, con l'impegno a sostenere l'allestimento in tempi rapidi dell'ospedale da campo a Brescia, e l'attenzione per le misure economiche contenute nel decreto Cura Italia varato dal Governo, che dovranno tenere conto della particolare situazione che proprio in questi ultimi giorni ha investito il territorio bresciano. "Nessuno spazio alle polemiche ma - sottolinea la nota dem - massima fermezza nel richiamare la Regione Lombardia e il governatore Fontana alle proprie responsabilità sulle ulteriori misure restrittive che si ritiene necessario adottare, come già fatto da Zaia in Veneto, e per garantire agli operatori sanitari di operare in sicurezza, a partire dalla realizzazione dei tamponi e dalla distribuzione dei dispositivi di protezione individuale che ogni giorno la Regione riceve dalla Protezione civile".

In dettaglio, alla videoconferenza di oggi hanno partecipato, oltre al vicesegretario del partito, Andrea Orlando, anche il segretario regionale Vinicio Peluffo, i membri della Segreteria Chiara Braga, Pietro Bussolati, Emanuele Fiano, i viceministri Matteo Mauri e Antonio Misiani, la sottosegretaria Simona Malpezzi, i parlamentari Alfredo Bazoli e Marina Berlinghieri, il capogruppo in Regione Lombardia Fabio Pizzul, il consigliere regionale Gianni Girelli e il segretario provinciale Michele Zanardi".