Coronavirus, Pd fa punto su Milano: fornire Dpi a sanitari

Pol-Afe

Roma, 23 mar. (askanews) - "Si è svolto oggi l'incontro in teleconferenza sulla situazione della Città Metropolitana di Milano tra la segreteria nazionale del Pd, il Pd regionale e provinciale e i rappresentanti istituzionali del territorio. Resta alta l'attenzione sulla difficile situazione sanitaria ed è fondamentale che i dispositivi di protezione individuale siano forniti in maniera continuativa e adeguata (in questi giorni è stato vitale l'apporto del Comune di Milano e della Città metropolitana nella distribuzione delle mascherine a medici e nelle RSA)". Lo rende noto l'ufficio stampa Pd.

"Si è affrontato - spiega la nota - il tema sempre più rilevante della pressione sulle residenza sanitarie per anziani, dal momento che si stanno scaricando su queste strutture sempre maggiori richieste di accogliere pazienti dimessi dagli ospedali, difficilmente gestibili senza strumenti e risorse da parte di Regione Lombardia. In questo l'utilizzo dell'Hotel Michelangelo è un esempio virtuoso da seguire anche nei comuni della città metropolitana, con il necessario sostegno economico della Regione. Con i rappresentanti del governo si è discusso, inoltre, delle misure economiche contenute nel DL Cura Italia già varato e delle altre risposte che si dovranno costruire nel prossimo decreto di aprile, già annunciato dall'esecutivo, per far fronte alla particolare situazione di Milano e delle altre province lombarde più colpite dall'emergenza coronavirus. Alla videoconferenza di oggi hanno partecipato il segretario regionale Vinicio Peluffo, la vice sindaca di Milano Anna Scavuzzo, la vicesindaca della Città Metropolitana Arianna Censi, i componenti lombardi della Segreteria nazionale Chiara Braga, Pietro Bussolati, Emanuele Fiano, i viceministri Matteo Mauri e Antonio Misiani, la sottosegretaria Simona Malpezzi, il capogruppo in Regione Lombardia Fabio Pizzul, la segretaria metropolitana Silvia Roggiani".