Coronavirus, Pd: Governo e Regioni concordino misure

Red/Lsa

Roma, 20 mar. (askanews) - "Sono giornate di comprensibile preoccupazione, ma evitiamo di alimentare rincorse alle chiusure laddove le autorità sanitarie, per specifiche condizioni territoriali, non valutino diversamente". Così in una nota la segreteria nazionale Pd.

"Il governo e le regioni concordino su cosa è indispensabile continuare a produrre, distribuire e commercializzare per garantire la sopravvivenza , e cosa si può fermare. E una volta concordato - rimarca la nota - si smetta di invocare ogni giorno nuove misure. Concentriamoci, invece, sulla responsabilizzazione dei comportamenti individuali e sui controlli, affinché chi non ha capito il pericolo, o disattende le direttive, venga bloccato e gli venga impedito di nuocere a se e agli altri. Dove invece ci sono focolai e dove le autorità locali ne ravvisino la necessità, procedano nel modo più drastico che ritengono necessario - conclude la segreteria del Pd - per limitare il contagio e salvaguardare la salute dei cittadini. Ancora una volta: non è tempo di propaganda, è tempo di avere serietà e responsabilità".