Coronavirus, Pechino: "Cdc Usa informati il 4 gennaio"

webinfo@adnkronos.com

Il capo dei Cdc (Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie) cinese informò la sua controparte americana in merito al Covid-19 il 4 gennaio. Questo quanto affermato dalle autorità cinesi in un documento sulla pandemia pubblicato oggi. "Il 4 gennaio, il capo dei Cdc di Pechino ebbe un colloquio telefonico con il direttore del Cdc americano, e lo informò della nuova polmonite. Le parti concordarono di mantenere stretti contatti, cooperare sul piano dello scambio di informazioni e in ambito tecnico", si legge sul documento "La lotta al Covid-19: la Cina in azione".