Coronavirus, Penitenzieria conferma Papa su confessione da soli

Ska

Città del Vaticano, 20 mar. (askanews) - La Penitenzieria apostolica, tribunale vaticano del foro interno, conferma quanto affermato in mattinata da Papa Francesco che, durante la messa mattutina, ha ricordato che la confessione, in casi straordinari come l'attuale epidemia di coronavirus, può essere fatta senza sacerdote.

"Laddove i singoli fedeli si trovassero nella dolorosa impossibilità di ricevere l'assoluzione sacramentale", scrive il cardinale Mauro Piacenza, prefetto della Penitenzieria, "si ricorda che la contrizione perfetta, proveniente dall'amore di Dio amato sopra ogni cosa, espressa da una sincera richiesta di perdono (quella che al momento il penitente è in grado di esprimere) e accompagnata dal votum confessionis, vale a dire dalla ferma risoluzione di ricorrere, appena possibile, alla confessione sacramentale, ottiene il perdono dei peccati, anche mortali (cf. CCC, n. 1452)".