Coronavirus, Perilli (M5s): no Mes, potenziare azione Bce

Red/Lsa

Roma, 24 mar. (askanews) - "L'emergenza innescata dal Coronavirus impone all'Europa scelte audaci e radicali per finanziare le misure a sostegno dell'economia. Il MoVimento 5 Stelle ribadisce ancora una volta che il Mes non rappresenta una soluzione percorribile, in quanto implicherebbe 'condizionalità' a carico degli Stati e aumenterebbe la pressione sui nostri Btp. L'unica, vera soluzione è rafforzare l'azione della Bce tramite un'iniziativa di quantitative easing senza limiti, che deve superare il tetto del 33 per cento negli acquisti all'interno di una singola emissione di titoli di Stato e la regola del 'capital key'". Lo ha detto oggi il capogruppo M5S al Senato, Gianluca Perilli, intervenendo durante l'audizione del ministro dell'economia, Roberto Gualtieri, nelle Commissioni bilancio riunite di Camera e Senato.

"Accanto a questo intervento illimitato di politica monetaria, il MoVimento 5 Stelle propone misure fiscali espansive europee usando le Casse Depositi nazionali, che non sono inserite nel perimetro della Pubblica amministrazione e quindi le loro operazioni non impattano sul debito. E' pertanto indispensabile un intervento coordinato delle Casse Depositi dei Paesi interessati, con il supporto della Bei (Banca europea degli investimenti) - ha concluso - per emettere obbligazioni con le quali reperire risorse per far fronte all'emergenza".