Coronavirus, Pesco (M5s): subito nuovo modello Bce e Eurobond

Red/Lsa

Roma, 18 mar. (askanews) - "Per far fronte all'attuale situazione di emergenza economica, prodotta dall'impatto del coronavirus, i Paesi europei devono convincersi una volta per tutte a varare nuovi schemi di politica monetaria e fiscale". Lo afferma in una nota Daniele Pesco (M5S), presidente della Commissione bilancio del Senato.

Innanzitutto "occorre far sì che, in caso di shock esogeni, la Bce possa acquistare, attraverso un nuovo Quantitative easing separato e autonomo, titoli degli Stati membri abbandonando il criterio del 'capital key', ovvero quello degli acquisti proporzionali alla quota detenuta dalle singole banche centrali nel capitale della Bce. Insomma - sostiene l'esponente M5s - serve una sorta di 'Quantitative easing 2' di scopo, svincolato dagli attuali limiti per emergenze come quella generata dagli effetti del coronavirus sull'economia". Inoltre "non è più rinviabile l'emissione di un titolo di debito europeo, anche in questo caso di scopo, con totale condivisione del rischio, nella forma del 'corona o virus bond'. Non si perda altro tempo".