Coronavirus, in Piemonte possibile zona gialla dalla Vigilia di Natale

·1 minuto per la lettura
cirio piemonte congiunti
cirio piemonte congiunti

Alla luce dell’incremento della curva epidemiologica, con un brusco aumento dei contagi giornalieri, il governatore del Piemonte pensa a nuove misure per la sua Regione. “Sto lavorando a un’ordinanza che anticipi a venerdì l’entrata in zona gialla del Piemonte”, ha dichiarato.

Covid, il Piemonte si avvia alla zona gialla

Al termine dell’inaugurazione all’ospedale Mauriziano di Torino della nuova Tac della Radiologica del Pronto Soccorso e del vaccino-day pediatrico, Alberto Cirio ha dichiarato: “Sto lavorando a un’ordinanza che anticipi a venerdì l’entrata in zona gialla del Piemonte, di fatto già destinato a questa disposizione da lunedì 27 dicembre 2021”.

Per il governatore del Piemonte si tratta di “un modo per cercare di mettere più in sicurezza e al riparo questo weekend di feste natalizie. Poi ha fatto sapere: “Ne discuterò incontrando in Regione il sindaco del capoluogo, i prefetti, i presidenti di provincia e il Miur”.

Covid, il Piemonte si avvia alla zona gialla: brusco aumento dei contagi nella Regione

Il tasso di positività è in rialzo in tutta Italia e lo dimostrano anche i dati registrati in Piemonte. Nella Regione, infatti, in 24 ore si sono registrati 3.218 nuovi casi: non accadeva dal 27 novembre 2020, quando i positivi erano 3.149. 9 le vittime, di cui 6 non vaccinate. I guariti sono 1.337. Le persone in isolamento domiciliare sono 27.207, gli attualmente positivi sono 28.101

In rialzo anche i ricoveri ospedalieri. Sono 830 nei reparti ordinari (+68). Stabili, invece, in terapia intensiva, dove i ricoverati sono 64 (+2).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli