Coronavirus, pm Roma: mascherine sequestrate a Protezione civile

Nav

Roma, 26 mar. (askanews) - Saranno date alla Protezione Civile le mascherine ed il gel disinfettante sequestrato dalla polizia nei giorni 13 e 16 marzo, in alcune farmacie di Roma. Il provvedimento è stato deciso dalla Procura della Capitale ed è stato adottato in conformità a quanto previsto dall'art. 501 bis del codice penale, che prevede la vendita coattiva immediata del materiale sequestrato a fronte di un'ipotesi di manovre speculative su merci, e ciò allo scopo di evitare che il mantenimento del sequestro possa aggravare la carenza dei prodotti sul mercato e il conseguente aumento dei prezzi.

La cessione, in particolare - si aggiunge - è prevista dalla legge, ancor prima della conclusione del processo. In occasione dell'emergenza attuale, la cessione dei prodotti alla Protezione Civile - organo al quale le recenti disposizioni hanno affidato il reperimento dei presidi sanitari urgenti - consentirà di impiegare il materiale sequestrato per le necessità immediate delle strutture sanitarie e dei cittadini.

E secondo quanto si è appreso i prodotti sequestrati sono stati già consegnati da agenti della Questura di Roma agli operatori della Protezione Civile di via Prenestina, che ne cureranno adesso la distribuzione sul territorio regionale. I pm di Roma, nell'attuale emergenza epidemiologica, si atterranno alle stesse modalità di destinazione del materiale - si sottolinea - in ogni altro caso di sequestro di materiale sanitario, che dovesse essere effettuato a fronte di ipotesi di manovre speculative.