Coronavirus, Polverini (Fi): Parlamento non si può chiudere

Luc

Roma, 17 mar. (askanews) - "Il Parlamento non può chiudere e nemmeno si possono creare dei 'precedenti' che ne inibiscano, delimitino comprimano il ruolo: siamo importanti e utili quanto tutte le altre categorie che in questo momento stanno dando un forte e coraggioso contributo per fronteggiare l'emergenza del Covid-19. Fino ad ora il Presidente Fico ha fatto il possibile per garantire la continuità dell'attività della Camera ma vedo che le pressioni per escogitare dei surrogati al procedimento legislativo sancito dall'articolo 72 della Costituzione, aumentano". Così, in una nota, la deputata di Forza Italia Renata Polverini.

"Ritengo che la procedura del 'voto a distanza', al quale sono fortemente contraria, non possa essere valutata e studiata in un contesto emergenziale come quello che stiamo vivendo - aggiunge - e che le obiezioni che pure vengono avanzate da eminenti studiosi del diritto in queste ore sulle 'maggioranze variabili' o sul 'quorum', possano trovare risposte diverse da quelle prospettate da chi, di fatto, propone la sospensione della democrazia rappresentativa. Credo che non possiamo fare passi indietro rispetto a questo e che non dobbiamo sottrarci alle nostre responsabilità, come non lo fanno i medici, gli infermieri, gli avvocati, i commessi dei supermercati, ecc. Del resto potremmo considerare 'in missione' tutti i colleghi in quarantena o quelli che per motivi di precauzione potrebbero trovarsi nella condizione di impedimento a raggiungere Roma. Ma in questo momento è importante che si capisca che il nostro ruolo è quello di aiutare il Governo a prendere le decisioni utili al Paese e non solo quello di schiacciare un pulsante, magari da casa".