Coronavirus, Porchietto (Fi): concorrenza sleale da altri Paesi

Prs

Torino, 10 mar. (askanews) - "Chiudere ieri gli impianti di risalita delle stazioni sciistiche in Italia è stata una decisione inevitabile e responsabile considerata l'emergenza sanitaria che stiamo vivendo, ma trovo paradossale che subito aldilà dei nostri confini sia ancora tutto aperto. Mi riferisco agli impianti sciistici in Austria, in Francia e in Svizzera che ancora oggi sono in piena attività senza alcuna restrizione o controllo per i molti clienti, anche italiani, che irresponsabilmente vivono questa emergenza come una vacanza". Così Claudia Porchietto, responsabile del Dipartimento Attività Produttive di Forza Italia.

"Quello che questi Paesi stanno facendo non è solo concorrenza sleale ma un rischio per la salute, dato che il virus non si ferma al confine e traghetta tranquillamente, magari sulle punte degli sci di un vacanziero", ha aggiunto Porchietto.

Per Porchietto è "surreale che nessuno stia pensando di fermare gli impianti anche negli altri Paesi per cercare di arginare il rischio di contagio che sappiamo essere altissimo".

"Mi chiedo perché - ha concluso - il Ministro degli Esteri e il Governo italiano non intervengano anche in questa situazione, sollecitando i Governi confinanti ad essere un po' meno egoisti e pensare al bene di tutti quanti".