Coronavirus: Inter, il Ludogorets è a Milano con un epidemiologo

Porte riaperte? Lunedì può terminare il divieto di manifestazioni aperte al pubblico imposto dal Governo per contenere i contagi di Coronavirus. Parola del ministro dello sport, Vincenzo Spadafora, intervenuto ieri al consiglio nazionale del Coni. 

18.30 - Quattro gare del prossimo turno di Serie B si giocheranno a porte chiuse: è arrivata la decisione ufficiale della Lega

16.10 - I giocatori del Ludogorets sono arrivati a Milano, per la sfida contro l'Inter di domani, indossando le mascherine 'anti-coronavirus'.​

15.20 ''Giocare a porte chiuse non è sicuramente bello, alla fine il calcio ha bisogno del pubblico, di sentire intorno l'atmosfera che è la cosa più bella al di là della partita. Però ci rimettiamo a delle decisioni prese per ordine sanitario, mi auguro che però torni tutto quanto prima alla normalità'': lo dice il tecnico dell'Inter, Antonio Conte, alla vigilia della sfida di Europa League contro il Ludogorets, partita che si giocherà a porte chiuse come la sfida contro la Juventus di domenica a causa dell'emergenza coronavirus.​

14.45  "La salute delle persone è prioritaria, sta agli esperti valutare se giocare a porte chiuse sia davvero una soluzione. Se la decisione fosse questa nella gara con il Verona, chiediamo alla Samp di trovare una soluzione anche nella prossima stagione per dare un'agevolazione o comunque una forma di compensazione per i nostri tifosi. E' vero che nel contratto di abbonamento non è previsto un rimborso ma credo che si possa trovare una soluzione per non penalizzare i nostri 20mila abbonati".

Come riporta l'Ansa, lo afferma il presidente della Federclubs blucerchiata, Emanuele Vassallo sulla possibilità che il match di lunedì sera al Ferraris tra Sampdoria e Verona venga giocato a porte chiuse per l'emergenza Coronavirus. ​

14.15 Al fine di dare applicazione puntuale delle ordinanze in emanazione da parte del Ministero della Salute, della Regione Lombardia e di tutti gli enti coinvolti, così come al Decreto Legge emanato dal Governo Italiano, FC Internazionale Milano sta adottando tutte le misure cautelari e preventive necessarie a tutelare gli atleti e il personale che opererà nel corso della gara di UEFA Europa League tra Inter e Ludogorets.  Tutti i provvedimenti adottati, come la chiusura degli spazi di ospitalità e l'annullamento di tutte le attività che avrebbero richiesto l’assembramento di persone, hanno visto il club profondere il massimo impegno e sono rivolte al garantire lo svolgimento della gara in condizioni di sicurezza. ​

13.45 Anche la Uefa si è espressa sulla decisione del Governo italiano di far disputare a porte chiuse il match di domani tra Inter e Ludogorets, valido per il ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League. Ecco la nota del massimo organismo calcistico europeo: "A seguito della decisione delle autorità italiane, la partita di Uefa Europa League fra Inter e Ludogorets verrà giocata a porte chiuse giovedì 27 febbraio 2020. Le altre partite UEFA in programma in questa settimana saranno giocate regolarmente come programmato, senza restrizioni ai tifosi. La Uefa continuerà a monitorare la situazione riguardo il virus Covid-19 e a collaborare con le autorità competenti a riguardo". 

12.45 Angel Petrichev, amministratore delegato del Ludogorets, atteso a Milano per la sfida contro l’Inter di Europa League, parla dell’allarme coronavirus: "Tutti sono preoccupati per il coronavirus. Siamo consapevoli che la UEFA ha considerato il rischio che corre. Tuttavia, come organizzazione, mette al primo posto la sicurezza di calciatori e tifosi. I colleghi dell’Inter non mostrano molta preoccupazione. Suppongo che se ci fosse stato qualcosa di inquietante ci avrebbero informato. Abbiamo preso alcune misure serie. In questi giorni siamo stati in contatto con diverse istituzioni. Abbiamo negoziato tutto. Tutto è stato spiegato ai giocatori". 

11.45 Ludogorets impegnato domani a San Siro contro l'Inter nel ritorno dei sedicesimi di Europa League, la gara si disputerà a porte chiuse ma questo non fa calare l'allerta per il Coronavirus. Il sito dir.bg rende note le misure di sicurezza adottate dal club bulgaro: ridotti al minimo i contatti con gli estranei in Italia, un epidemiologo bulgaro viaggerà con la squadra e, al suo ritorno in patria, l'intera delegazione del Ludogorets sarà sottoposta a test presso l'Accademia medica militare. Il medico del club, inoltre, ha richiesto l'acquisto di 150 mascherine di sicurezza che la delegazione dovrà avere durante il suo soggiorno a Milano. La società bulgara non vuole lasciare niente al caso. 

10.45 L'Atalanta comunica che è stata annullata la conferenza dell'allenatore Gasperini prevista a Zingonia, alla vigilia del turno casalingo in campionato contro il Lecce. ​

9.45 L'Inter informa gli operatori dell'informazione che, al fine di garantire il massimo rispetto delle disposizioni emanate in questi giorni dalle istituzioni, l'accesso ai media in occasione delle attività di comunicazione della vigilia e della gara di Europa League tra Inter e Ludogorets sarà garantito ai soli broadcaster "rightsholders" in possesso di pass UEFA (Sky per l'Italia). ​

TRASFERTE - Fino a domenica compresa stadi a porte chiuse nelle regioni "contagiate" (Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte e Veneto). Ma i cittadini (a parte quelli nei focolai) possono liberamente circolare nel resto d'Italia, quindi non ci sono ostacoli per i tifosi in trasferta nelle partite a porte aperte

PUBBLICO - Il Friuli Venezia Giulia, orientato a chiedere il rinvio di Udinese-Fiorentina di sabato alle ore 18, si adeguerà alle direttive del governo: si gioca a porte chiuse. Così come Milan-Genoa, Parma-Spal, Sassuolo-Brescia e Juventus-Inter. Sampdoria-Verona è in calendario lunedì sera, quindi (salvo eventuali nuove disposizioni) si gioca a porte aperte. Al pari di Lazio-Bologna, Cagliari-Roma, Lecce-Atalanta e Napoli-Torino.

SERIE B  - A porte chiuse Entella-Crotone (venerdì), Chievo-Livorno, Cittadella-Cremonese e Venezia-Cosenza (sabato). Porte aperte per tutte le altre partite.  SERIE C - Rinviate tutte le gare dei gironi A e B, in campo solo il girone C.  SERIE D - Rinviate le partite di domenica nei gironi A, B, C e D. 

RECUPERI - Torino-Parma mercoledì 11 marzo alle ore 18.30, con conseguente anticipo di Torino-Udinese da lunedì 9 a sabato 7 marzo. Verona-Cagliari l'11 marzo alle ore 15. Inter-Sampdoria a data da destinarsi: non settimana prossima, a oggi l'unica data libera è il 20 maggio. Atalanta-Sassuolo il 4 o il 18 marzo.