Coronavirus, positivo corista della Scala

webinfo@adnkronos.com

E' risultato positivo al nuovo coronavirus un corista della Scala. Il Teatro alla Scala di Milano sospende quindi fino a domenica 1 marzo le attività. Si tratta di uno stop "cautelativa". Lo rende noto lo stesso teatro sottolineando che "in data 26 febbraio l’ATS di Milano ha comunicato alla Direzione del Teatro alla Scala che un artista del Coro, che dopo aver partecipato alla rappresentazione de 'Il trovatore' del 12 febbraio è rimasto assente per malattia dal giorno 13 febbraio, è risultato positivo al test del coronavirus Covid19. L’artista si trova attualmente presso il suo domicilio ed ha superato la fase acuta della malattia".  

A tale proposito, si legge ancora nella nota "in conformità con l’attivazione dei protocolli sanitari previsti dall’ATS e ad integrazione delle misure già adottate nei giorni scorsi, la Direzione del Teatro ha richiesto a tutti i lavoratori entrati in contatto con l’artista che abbiano manifestato sintomi sospetti di mettersi in contatto con l’infermeria. Inoltre è stata disposta la sospensione cautelativa delle attività artistiche, tecniche ed amministrative con decorrenza dalle ore 20 di mercoledì 26 febbraio fino a domenica 1 marzo".