Coronavirus, positivo fa la spesa al supermercato: indagato

coronavirus positivo fa la spesa al supermercato

Coronavirus, guarda la mappa in tempo reale

A Sciacca un uomo risultato positivo al coronavirus si è recato al supermercato per fare la spesa. Con questo atteggiamento il saccense ha violato le normative imposte per affrontare l’emergenza coronavirus, è indagato per epidemia colposa.

Coronavirus, positivo fa spesa al supermercato

Nonostante il tampone fosse risultato positivo al coronavirus, l’uomo, un inserviente dell’ospedale di Sciacca, è andato a fare la spesa. La persona è ora indagata dalla locale Procura che ha aperto un’inchiesta.

La Procura della Repubblica di Sciacca ha infatti avviato un’inchiesta per concorso colposo in epidemia e inosservanza di provvedimento dell’autorità. Secondo le prime indiscrezioni, l’inchiesta, è nata dopo una denuncia e la magistratura ha avvisato del caso l’autorità sanitaria. L’uomo non curante della sua salute e della salute degli altri è uscito per fare la spesa in un supermercato della zona in provincia di Agrigento.

Dopo che il test aveva dato esito positivo era stato imposto all’uomo di rimanere in autoisolamento ma nonostante questo ha deciso di uscire mettendo a rischio la salute di tutti. L’inserviente dell’ospedale è ora sotto accusa, il reato di epidemia colposa nella forma più aggravata è punito fino a 12 anni.

Un 17enne era stato denunciato dai Carabinieri perché trovato fuori dalla sua abitazione senza uno dei validi motivi. Partivo da Vuittone è stato fermato a Cornaredo mentre si stava recando dalla fidanzata.