Coronavirus, positivo l’Arciduca d’Austria Carlo d’Asburgo-Lorena

coronavirus-carlo-asburgo

Coronavirus, guarda la mappa in tempo reale

L’Arciduca d’Austria Carlo d’Asburgo-Lorena, attuale capo del casato degli Asburgo-Lorena, è risultato positivo al coronavirus e secondo i media austriaci sarebbe in quarantena domiciliare presso la sua residenza della Bassa Austria dallo scorso giovedì 5 marzo. Il pretendente al trono d’Austria-Ungheria è uno dei 141 cittadini accertati come positivi al coronavirus in Austria nella giornata del 9 marzo, anche se da circa una settimana accusava sospetti sintomi influenzali.

Coronavirus, positivo Carlo d’Asburgo

Stando a quanto riportato dall’emittente televisiva austriaca OE24, che ha raggiungo telefonicamente l’Arciduca, Carlo d’Asburgo-Lorena avrebbe con molta probabilità contratto il coronavirus durante un congresso avvenuto la scorsa settimana a Ginevra, nel quale erano presenti molte persone con sintomi influenzali provenienti dall’Italia.

Una volta tornato in patria, lo stesso Arciduca non avrebbe inizialmente badato ai primi sintomi presentatisi credendo fosse una banale influenza, salvo poi ricredersi quando un suo amico presente anch’egli all’evento non gli ha riferito di essere risultato positivo al Covid-19: “Ho pensato, ok, forse dovrei essere testato anch’io. L’ho fatto. Era una procedura completamente normale. Ho chiamato il centralino e devo dire che sono rimasto estremamente colpito dalla loro velocità e professionalità”.

Le condizioni dell’Arciduca

Nonostante il contagio, Sua Altezza Imperiale ci ha tenuto a minimizzare la situazione, sottolineando di non essere particolarmente preoccupato: “In genere ho pochissimi sintomi. Ho un po’ di tosse e sono leggermente febbrile. A parte questo, sto relativamente bene. Non è certo la peste nera. […] Devo lodare espressamente le autorità austriache per aver agito con misura e obiettività e senza scatenare alcun panico”. Sempre l’Arciduca ha inoltre affermato che potrà uscire dalla quarantena non appena i sintomi saranno cessati e i test ritorneranno negativi.