Coronavirus, possibile cura con gli anticorpi dei lama

·1 minuto per la lettura
Coronavirus, possibile cura con gli anticorpi del lama (Getty Images)
Coronavirus, possibile cura con gli anticorpi del lama (Getty Images)

Una nuova possibile cura per il coronavirus è in arrivo dai lama: grazie a questi simpatici animali, infatti, sono stati prodotti in laboratorio due nano-corpi, ovvero varianti piccoli e stabili degli anticorpi che possono neutralizzare il virus Sars-CoV-2.

GUARDA ANCHE - Trump, prima volta in mascherina

Pubblicato su “Natural Structural & Molecular Biology”, lo studio è stato effettuato dal team di James Naismith del Rosalind Franklin Institute in Inghilterra.

Gli umani, come la maggior parte dei mammiferi, hanno anticorpi diversi da quelli dei camelidi, come i lama, che possiedono una variante di anticorpi a “catena pesante”, nota come nano-corpi.

Questi nano-corpi sono piccoli, stabili e facili da produrre: per questo potrebbero diventare potenziali terapie. Il team di James Naismith e Raymond Owens ha descritto l'identificazione e la caratterizzazione di due nano-corpi strettamente correlati (H11-H4 e H11-D4) in grado di bloccare l'attacco della proteina Spike in coltura cellulare.

GUARDA ANCHE - Galles, un lama per il food delivery

H11-H4, in particolare, secondo gli studiosi ha mostrato “una potenza particolarmente elevata e una neutralizzazione” aggiuntiva. Gli autori della ricerca hanno spiegato che i nano-corpi possono trovare applicazione da soli o in combinazione con altri anticorpi per l'immunizzazione passiva di pazienti con Covid-19.

Trattandosi di anticorpi derivati ​​dai lama, il timore è che possano generare solo basse risposte immunitarie negli esseri umani, per questo il lavoro dei ricercatori è ancora lungo.