Coronavirus, "precauzioni anche in Chiesa"

webinfo@adnkronos.com

"Alcune precauzioni si possono prendere" anche nelle chiese italiane per arginare il rischio di contagio da coronavirus. Il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, pur premettendo che non si tratta di diffondere "allarmismi", sottolinea come il virus sia un problema "da non prendere alla leggera". Da qui la valutazione da parte della Chiesa italiana di "precauzioni" anche nelle nostre parrocchie. 

"Ci rifletto sopra - osserva Bassetti ai margini della presentazione del summit dedicato alla pace nel Mediterraneo a Bari -. E' vero che se c'è pericolo di contagio anche il continuo darsi la mano" può essere un rischio. " Si può scambiare la pace in maniera più semplice evitando tanti contatti. Chi va in chiesa si lavi bene le mani. Alcune precauzioni si possono prendere anche da noi". 

Un virus di cui ancora si sa poco ma che, per dirla con Bassetti, "lo hanno definitio intelligente, nel senso che sa difendersi da tutte le precauzioni che si prendono. Non diffondiamo allarmismo ma certamente è un problema da non prendere alla leggera anche come cautela".