Coronavirus, Pregliasco: "Freddo e sbalzi termici alleati virus"

webinfo@adnkronos.com

"Freddo e sbalzi termici purtroppo sono alleati dei virus, anche di quello che causa Covid-19. Il clima di questi giorni alimenta la coda della stagione influenzale e, anche se il nuovo coronavirus sembra diffondersi comunque con facilità, il freddo e gli sbalzi termici sono in realtà alleati di tutti i virus". Parola del virologo dell'Università di Milano Fabrizio Pregliasco, che spiega all'Adnkronos Salute: "Con questo clima tendiamo a stare di più in luoghi chiusi, al caldo, dove la circolazione di questo microrganismo è più semplice".  

"Se l'influenza ama il freddo, i virus 'cugini' prediligono proprio gli sbalzi termici - conclude Pregliasco - Non è un caso che con l'aumentare delle temperature e l'arrivo della bella stagione la stagione influenzale si chiuda". 

Se da più parti si auspica un 'allentamento' delle misure draconiane adottate dall'Italia per contrastare la diffusione, e nelle zone rosse i cittadini in quarantena sono in difficoltà, gli esperti invitano a non abbassare la guardia. "Bisogna insistere con queste misure, un po' come quando si sta prendendo un antibiotico: bisogna andare fino in fondo per non comprometterne l'efficacia", spiega Pregliasco. Dunque occorre "insistere e resistere, per non lasciare il coronavirus libero di circolare". 

"Per ottenere la riduzione dei contagi sono cruciali anche le scelte dei singoli - ricorda Pregliasco - e non solo nelle zone rosse. Un po' di asocialità in questo periodo può servire allo scopo".