Coronavirus: Pregliasco, 'numeri sono ottimi, situazione lombarda sotto controllo'

Coronavirus: Pregliasco, 'numeri sono ottimi, situazione lombarda sotto controllo'

Milano, 7 giu. (Adnkronos) – "I numeri di oggi sono ottimi, c'è stata una leggera ondulazione purtroppo nei giorni scorsi, ma il dato di trend è di oggettiva riduzione e con un'oggettiva presenza anche da noi di pochissimi casi, quindi l'elemento di riduzione dei ricoveri è oggettiva: il virus sta circolando ma la situazione lombarda è sotto controllo". Lo dice il virologo dell'Università di Milano Fabrizio Pregliasco a Non è l'Arena su La7. "L'unico elemento – aggiunge – è la provincia di Milano ma c'è una densità notevole: ora serve una sistematica esecuzione di tamponi. La percentuale di positivi è bassissima e siamo il fanalino di coda della coda, poi purtroppo ci possono essere dei focolai".

  • Il famoso parrucchiere ha confessato quanto è stato difficile avere una figlia
    Spettacolo
    notizie.it

    Il famoso parrucchiere ha confessato quanto è stato difficile avere una figlia

    Federico Fashion Stule ha parlato della sua malattia, svelando quanto sia stato difficile diventare papà.

  • Covid, parla esperto italiano negli Usa: "Vaccino non arriverà in tempo"
    Notizie
    notizie.it

    Covid, parla esperto italiano negli Usa: "Vaccino non arriverà in tempo"

    Il virologo Guido Silvestri afferma che in caso di seconda ondata di covid bisognerà sfruttare ancora le misure utilizzate durante il lockdown.

  • Focolaio in Veneto, il figlio dell'imprenditore: "Mio padre ha sbagliato"
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Focolaio in Veneto, il figlio dell'imprenditore: "Mio padre ha sbagliato"

    “Non so come mio padre possa essersi comportato in questo modo”. Così il figlio dell’imprenditore 64enne vicentino alla base del focolaio in Veneto.

  • Il vero nome del protagonista del reality show e il motivo per cui si fa chiamare così
    Spettacolo
    notizie.it

    Il vero nome del protagonista del reality show e il motivo per cui si fa chiamare così

    Ciavy è uno dei protagonisti di Temptation Island, che ha creato molta curiosità per via del suo soprannome.

  • Mascherine non più utili: il pericoloso pensiero di molti italiani
    Notizie
    notizie.it

    Mascherine non più utili: il pericoloso pensiero di molti italiani

    I dati segnalano un crollo di quasi due terzi nella vendita delle mascherine, segno di un rilassamento generale.

  • La showgirl svizzera sceglie di rimanere nel nostro Paese per le vacanze
    Spettacolo
    notizie.it

    La showgirl svizzera sceglie di rimanere nel nostro Paese per le vacanze

    Michelle Hunziker si gode le giornate in vacanza, senza mai abbandonare l'Italia.

  • L'ex tronista di Uomini e Donne ha annunciato la separazione
    Notizie
    notizie.it

    L'ex tronista di Uomini e Donne ha annunciato la separazione

    Cristian Gallella e Tara Gabrielletto si stanno separando. L'annuncio della fine del matrimonio.

  • Gemellini uccisi, la lettera struggente della madre
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Gemellini uccisi, la lettera struggente della madre

    Il testo della lettera scritta da mamma Daniela per i figli Elena e Diego, i gemellini di 12 anni strozzati e uccisi dal padre Mario Bressi in Valvassina.

  • Dagospia lancia lo scoop: Belen ha scoperto tradimento dell'ex con una nota conduttrice
    Spettacolo
    notizie.it

    Dagospia lancia lo scoop: Belen ha scoperto tradimento dell'ex con una nota conduttrice

    In base a quanto riportato da Dagospia Belen Rodriguez avrebbe scoperto una "relazione clandestina tra Stefano De Martino e Alessia Marcuzzi"

  • Coronavirus, Crisanti: "Non siamo in una bolla, altri focolai scoppieranno"
    Salute
    Adnkronos

    Coronavirus, Crisanti: "Non siamo in una bolla, altri focolai scoppieranno"

    "L'Italia non è in una bolla. Con gli italiani bisogna essere chiari. Altri focolai scoppieranno e saranno anche più numerosi probabilmente ad ottobre e novembre". Ad affermarlo a SkyTg24 è Andrea Crisanti, direttore del dipartimento di microbiologia e virologia e dell’università di Padova. "L'Italia non è in una bolla. Ogni giorno nel mondo si registrano 200mila nuovi casi di Covid-19 nel mondo", sottolinea.  "Se una persona è positiva al coronavirus, penso che debba essere messa in condizione di non trasmettere. Se non lo fa spontaneamente, penso che il Trattamento sanitario obbligatorio si renda necessario perché se qualcuno rifiuta le cure non deve mettere a rischio la salute degli altri" dice Crisanti, evidenziando la necessità di prevede l'estensione del Tso per i casi di positività al coronavirus. "A preoccuparmi è il rientro in Italia di persone infette che potrebbero così riaccendere altri focolai. L'altra cosa che mi preoccupa è che gli italiani pensino che l'emergenza è finita. Non è finita, il virus circola ancora. E' importante avere questa consapevolezza per restare prudenti", aggiunge, sottolineando che attualmente i focolai attivi "sono sotto controllo dal sistema". Per quanto riguarda gli arrivi dall'estero, "si possono mettere sotto sorveglianza le persone che arrivano da aree a rischio come Cina, India, Brasile e Stati Uniti. Ci sono i mezzi per tracciare gli spostamenti, le persone che arrivano vanno monitorate. Non solo prendendo la temperatura che non serve a niente", conclude.

  • Lo scandalo che coinvolge Gibson dopo l'accusa di Winona Ryder
    Spettacolo
    notizie.it

    Lo scandalo che coinvolge Gibson dopo l'accusa di Winona Ryder

    Dopo le recenti accuse di antisemitismo da parte di Winona Ryder, l’attore non doppierà più Rocky Bolboa, il gallo protagonista del cartoon.

  • La cantante ha parlato della fine della sua relazione
    Spettacolo
    notizie.it

    La cantante ha parlato della fine della sua relazione

    Anna Tatangelo ha parlato della rottura con Gigi D'Alessio e di come procede il loro rapporto.

  • Notizie
    Askanews

    A Mentana Polizia denuncia domestica per aver rubato due Rolex

    La donna pentita li aveva gettati all'interno caserma Carabinieri

  • Covid, grave anziano in provincia di Avellino: ricoverato in terapia intensiva
    Notizie
    notizie.it

    Covid, grave anziano in provincia di Avellino: ricoverato in terapia intensiva

    Un anziano di 69 anni affetti da coronavirus è ricoverato in gravissime condizioni all'ospedale Moscati di Avellino. L'uomo è in terapia intensiva.

  • Tintarella con mascherina anti-Covid? I consigli del virologo
    Notizie
    Adnkronos

    Tintarella con mascherina anti-Covid? I consigli del virologo

    "Ho visto situazioni di buonsenso e altre di eccessivo lassismo nelle spiagge italiane". Ad affermarlo all'Adnkronos Salute è il virologo dell'Università di Milano Fabrizio Pregliasco, che nell'estate italiana della fase 3 della pandemia di Covid-19 invita a fare attenzione, senza eccessivi allarmismi. "Non possiamo certo inaugurare la tintarella con la mascherina - precisa l'esperto - ma possiamo fare attenzione a igiene e distanziamento".  Sul lettino, in acqua o mentre si passeggia sul bagnasciuga non serve la mascherina, ma "portiamola con noi quando ci spostiamo e indossiamola quando andiamo al bar, al bagno o al ristorante. Inoltre ricordiamo di lavare le mani spesso", raccomanda Pregliasco. "E manteniamo il distanziamento. Si tratta di misure semplici e di buonsenso", conclude l'esperto.

  • Kanye West si candida come presidente Usa 2020
    Spettacolo
    Yahoo Notizie

    Kanye West si candida come presidente Usa 2020

    L'annuncio su Twitter del rapper afroamericano marito di Kim Kardashian che potrebbe quindi diventare la first lady.

  • Meteo, lunedì caldo super ma pioggia in agguato
    Scienza
    Adnkronos

    Meteo, lunedì caldo super ma pioggia in agguato

    Nel corso della prossima settimana l'Italia vivrà un susseguirsi di cambiamenti atmosferici passando spesso da un estremo all'altro proprio come è avvenuto in questa prima parte dell'Estate. Già da lunedì è in arrivo una 'bomba calda' dall'Africa, poi però attenzione ad una possibile trappola temporalesca pronta a colpire alcune regioni. L'analisi del sito ilmeteo.it parte dalla giornata di lunedì 6 Luglio quando un promontorio dell'anticiclone africano riuscirà ad imporsi su buona parte del bacino del Mediterraneo centro occidentale. Per questo motivo ci aspettiamo una prevalenza di sole sul nostro Paese con un deciso aumento delle temperature con punte massime fin verso i 35°C specie sulle regioni tirreniche. Tuttavia non mancheranno dei rovesci specie tra Basilicata, bassa Campania e Calabria a causa di un vortice in allontanamento verso la Grecia che farà sentire ancora i suoi effetti. Dalla sera poi sono attesi dei temporali, localmente anche molto forti, sull'arco alpino centro orientale. Martedì 7 le condizioni meteo sono previste in peggioramento sulle regioni settentrionali per l'ingresso di correnti decisamente più fresche ed instabili in discesa dal Nord Europa con la possibilità di piogge e rovesci temporaleschi su Piemonte, Lombardia, Emilia Occidentale e Veneto. Da sottolineare anche le forti raffiche di Bora che spazzeranno le coste del medio alto Adriatico con mare molto mosso. Anche le temperature subiranno un deciso calo con valori che si porteranno leggermente sotto la media del periodo. Al Centro Sud invece prosegue la fase calda e soleggiata, anche qui però soffieranno intensi venti dai quadranti settentrionali. Da mercoledì 8 l'alta pressione è prevista in rinforzo sul nostro Paese, spazio quindi ad un maggior soleggiamento su tutti i settori salvo qualche nube di passaggio in più al Nord Ovest, ma senza precipitazioni di rilievo. Anche giovedì 9 e venerdì 10 avremo due bellissime giornate tipicamente estive con tanto sole e temperature diffusamente oltre i 29/30°C nelle principali città. Per il successivo weekend le incertezze aumentano, visto anche la distanza temporale, ma sembrerebbe che un nuovo vortice ciclonico possa impattare sul Nord Italia con il rischio di rovesci temporaleschi intensi dapprima sulle Alpi in estensione poi anche alle vicine pianure. Di questo però avremo modo di ripararne dei prossimi aggiornamenti.

  • "Johnson pronto a bandire Huawei da rete 5G britannica"
    Politica
    Adnkronos

    "Johnson pronto a bandire Huawei da rete 5G britannica"

    Il governo britannico sarebbe pronto a bandire la tecnologia del colosso cinese Huawei dalla sua rete 5G già quest'anno per motivi di sicurezza. Lo ha riferito il 'Sunday Telegraph', secondo cui il primo ministro Boris Johnson sarebbe pronto ad adottare la misura sulla base delle indicazioni del Gchq, l'agenzia governativa che si occupa di comunicazione e intelligence, che ha rivalutato i rischi per la sicurezza posti dall'azienda cinese. Secondo il giornale, questa settimana a Johnson sarà presentato uno studio in cui si sosterrà che le sanzioni statunitensi contro Huawei costringeranno la società a utilizzare una tecnologia "non affidabile". Per il 'Sunday Telegraph', le autorità britanniche starebbero elaborando proposte per impedire l'installazione di nuove apparecchiature Huawei nella rete 5G già in sei mesi. A gennaio, Johnson aveva dato via libera a Huawei per costruire il 35% della prossima generazione di infrastrutture Internet della Gran Bretagna, con alcune limitazioni. Sullo sfondo della notizia ci sono le forti tensioni tra Gran Bretagna e Cina legate alla nuova legge sulla sicurezza nazionale a Hong Kong. La politica del governo britannico è "dettata" dall'Amministrazione Trump, ha replicato il responsabile per i media internazionali di Huawei, Paul Harrison.  Su Twitter Harrison ha sostenuto che gli Stati Uniti stanno "lottando per recuperare la posizione di mercato" nell'ambito del 5G a svantaggio del "leader globale" Huawei, aggiungendo che gli Usa finora "hanno costantemente fallito nel fornire prove a sostegno delle loro false accuse". "Gli Stati Uniti - ha proseguito - nell'era post Brexit non dovrebbero rispettare il Regno Unito nella scelta della propria strategia di telecomunicazioni?".

  • Coronavirus, 91enne positiva a Cosenza dopo tre tamponi negativi a Milano
    Notizie
    Adnkronos

    Coronavirus, 91enne positiva a Cosenza dopo tre tamponi negativi a Milano

    Un nuovo contagio da rientro in provincia di Cosenza fa emergere le criticità del sistema dei controlli sulle persone che arrivano in Calabria da fuori regione. La donna, 91enne originaria di Carpanzano, è stata sottoposta a tampone rinofaringeo prima del ricovero in una struttura riabilitativa, dopo aver viaggiato con il figlio in auto. Risultata positiva, dopo tre tamponi con esito negativo eseguiti a Milano, è ora in isolamento domiciliare in un B&B; di Rogliano.  Il direttore dell'unità di Igiene e Sanità pubblica del dipartimento Prevenzione dell'Asp di Cosenza Mario Marino nel rendere nota la vicenda ha dichiarato "potremmo fare di più sui rientri se solo avessimo disponibilità di risorse umane". "Purtroppo – spiega Marino all’Adnkronos - gli operatori sanitari della task force impegnata nell'eseguire i tamponi non sono ancora stati retribuiti. Il nuovo direttore amministrativo non intende approvare i pagamenti delle indennità aggiuntive che spettano loro e ciò sta creando un problema grave nel monitoraggio dei contagi. Stiamo operando alla stazione di Paola, ma dovremmo potenziare le attività perché siamo in una fase molto delicata".

  • Buffon e Ilaria D'Amico, il giallo delle nozze segrete
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Buffon e Ilaria D'Amico, il giallo delle nozze segrete

    Le parole del portiere della Juventus durante una diretta Instagram insospettiscono i fan.

  • Gemelli uccisi, Celentano: "La rabbia è peggio del Covid"
    Notizie
    Adnkronos

    Gemelli uccisi, Celentano: "La rabbia è peggio del Covid"

    "Dentro di noi, fin dalla nascita, coltiviamo un nemico spaventoso che è più pericoloso del Covid: il suo nome è rabbia". Lo scrive Adriano Celentano su Instagram, pubblicando una sorta di lettera aperta indirizzata idealmente al papà che ha ucciso i suoi due figli gemelli e che poi si è suicidato. Una rabbia, scrive l'artista-predicatore, che ti rende "pronto a scoccare la tua folle vendetta su di lei, che ha deciso una separazione che tu non vuoi accettare".  "Un’azione - prosegue Celentano - di fronte alla quale non puoi fermarti, come purtroppo non ti sei fermato, altrimenti saresti un Uomo. E invece eri lì pronto, a qualunque suo ordine, ai piedi di sua Maestà la rabbia... 'Uccidere? Si ma non basta - dicevi tu - io voglio invece che lei viva, ma per soffrire'. Ed ecco infine la grande idea che potrebbe condurti all’inferno. Ucciderai i suoi figli che sono anche tuoi e che hai amato, ma non quanto ami il tuo folle desiderio di vendetta. Li soffocherai nel sonno… Poi anche tu fuggirai dalla vita come se non fossi mai nato… Ma tu purtroppo sei nato, e questo non si può cancellare. Ed è proprio nel momento in cui muori che inizia il tuo vero calvario". "E qui - conclude Celentano - mi rivolgo agli assassini: voi potete anche credere che Dio non esiste ma se posso darvi un consiglio, non datelo per scontato. Perché se poi Lui c’è, come è inevitabile che ci sia… la sorpresa per voi potrebbe essere catastrofica".

  • Assalita, legata e violentata ad Alessandria: un fermo
    Notizie
    Adnkronos

    Assalita, legata e violentata ad Alessandria: un fermo

    Resta in carcere, anche in applicazione della misura cautelare disposta dal gip, l’agricoltore ritenuto l’autore della violenza sessuale ai danni di una ragazza in provincia di Alessandria. Il sospetto dei carabinieri è che si tratti di un violentatore seriale. E' stato il padre della giovane, la notte tra il 21 e il 22 giugno scorsi, a chiamare il 112 perché la figlia, rientrata a casa, aveva raccontato di essere stata rapinata e violentata da uno sconosciuto. I carabinieri del Nucleo Radiomobile sono intervenuti sul posto e hanno raccolto il racconto della ragazza, poi trasportata con un’autoambulanza della Croce Rossa all’ospedale di Novi Ligure. La giovane ha raccontato che, verso le ore 23.40 di quella sera, mentre stava tornando a casa alla guida della sua auto, ha notato che sulla strada, vi era un grosso ramo che le ostruiva il passaggio.  Si è fermata, è scesa dall'auto per spostarlo e a quel punto ha sentito qualcosa muoversi tra i cespugli a lato della strada. Pensando potesse trattarsi di un cinghiale, anche perché poco prima ne aveva incrociato uno, spaventata, ha guardato il punto da cui provenivano i rumori, ma all’improvviso, ha visto sbucare dai cespugli un uomo che, con il viso nascosto da un passamontagna scuro ed una roncola in mano, correva verso di lei. Terrorizzata e impietrita, ha gridato, ma a quell’ora e in quel luogo nessuno l'ha sentita. Nonostante tutto, come ricostruito dai carabinieri, la ragazza è riuscita a trovare la forza per risalire in auto e chiudersi dentro, ma l’uomo, che ormai l’aveva raggiunta, con il manico della roncola ha frantumato il vetro del finestrino, aprendo la portiera. L’aggressore, estratto un taglierino e puntatoglielo alla gola, le ha intimato di spostarsi sul sedile del passeggero: “Spostati, altrimenti ti ammazzo…”, l'ha minacciata. Come ha raccontato la vittima ai carabinieri, l'uomo, salito al posto di guida, dapprima le ha legato i polsi con delle fascette da elettricista, successivamente è partito, svoltando poco dopo in una strada dissestata, inoltrandosi con l’auto nella folta vegetazione. Arrestata la marcia, ha ordinato alla ragazza di scendere e di sedersi per terra, dopodiché le ha legato con altre fascette i polsi alle caviglie. Ha poi preso la borsa della giovane dalla macchina e vi ha rovistato dentro estraendo il portafogli nel quale però non vi era denaro.  La cosa, come ricostruiscono i carabinieri in base al racconto della ragazza, lo ha fatto arrabbiare. Incurante delle suppliche della ragazza che gli chiedeva di lasciarla andare, l'uomo le ha messo la giacca di pelle attorno alla testa coprendole il viso. Quindi ha estratto di nuovo il taglierino, le ha messo una mano sul viso, premendo sulla giacca, al punto che la giovane, avendo l’impressione di soffocare, si è dimenata ed è riuscita a rompere entrambe le fascette. L’uomo a quel punto continuando a gridarle di star ferma, l'ha immobilizzata e, dopo averle puntato il coltello alla gola ed averla minacciata di star ferma altrimenti l’avrebbe uccisa, l'ha violentata. Si è poi impossessato dei suoi indumenti intimi e dopo averle ordinato di sedersi in macchina, ha cominciato a farneticare dicendole, tra l’altro, che quella sera era uscito con l’intenzione di ammazzare una donna, la prima che avrebbe incontrato. In preda al panico, la giovane ha cercato di assecondarlo, nella speranza che non le facesse altro male. L’uomo ha continuato a parlare, ma improvvisamente è tornato a minacciarla di nuovo abusando ancora di lei. Successivamente, le ha consentito di recuperare le proprie cose e l'ha fatta risalire in macchina, portandola nel luogo dove l’aveva aggredita, lungo la strada interrotta dal grosso ramo per scendere dal mezzo e dileguarsi fra i cespugli. Dopo il racconto della vittima, i carabinieri di Serravalle Scrivia, coadiuvati nelle indagini da personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia carabinieri di Novi Ligure, hanno individuato il luogo dove la ragazza era stata fermata e “sequestrata” dal malvivente e quello dove è avvenuta la violenza.

  • Notizie
    AGI

    Manifestanti gettano in mare la statua di Colombo.  Trump: "Nazisti"

    AGI - Un gruppo di manifestanti che protestavano per la morte dell'afroamericano George Floyd ha rovesciato e gettato in mare la statua di Cristoforo Colombo a Baltimora, in Maryland. Nei video diffusi sul web si vedono i manifestanti che chiedevano la rimozione di tutte le statue dedicate a Colombo nel Paese, tirare giù con delle corde il monumento dedicato all'esploratore italiano indicato come responsabile per il genocidio e lo sfruttamento delle popolazioni native nelle Americhe. Altre statue di Colombo, riferisce Fox News, sono state rovesciate o vandalizzate a Miami, Richmond, St. Paul e Boston, dove è stata decapitata. La difesa di Trump"Difenderemo, proteggeremo e preserveremo lo stile di vita americano iniziato nel 1492 con la scoperta dell'America da parte di Cristoforo Colombo e insieme combatteremo per il sogno americano". Lo ha detto il presidente Usa, Donald Trump, durante le celebrazioni per il 4 luglio alla Casa Bianca. "Non permetteremo alla folla arrabbiata di buttare giù le nostre statue, cancellare la nostra storia, indottrinare i nostri bambini e calpestare le nostre libertà", ha assicurato il presidente Usa, citato dalla Ap, mentre altre statue dedicate all'esploratore italiano venivano vandalizzate in diverse città d'America e una rovesciata e gettata in mare dai manifestanti a Baltimora. Trump, ha assistito ad un omaggio dei paracadutisti all'America, ha salutato gli operatori sanitari in prima linea nella risposta alla pandemia di coronavirus senza citare i vertiginosi aumenti dei casi di contagio nel Paese, e si è scagliato contro ci "calunnia" e manca di rispetto al passato del Paese. "Ora - assicura Trump - siamo vicini a sconfiggere la sinistra radicale", che il presidente paragona ai nazisti, "gli anarchici, gli agitatori, i saccheggiatori e le persone che, in molti casi, non hanno assolutamente idea di cosa stanno facendo".