Coronavirus: preside Zen Palermo, 'lezioni a distanza? E' una tragedia, tanti alunni senza pc' (2)

Coronavirus: preside Zen Palermo, 'lezioni a distanza? E' una tragedia, tanti alunni senza pc' (2)

(Adnkronos) – Con le porte dell'istituto off limits agli alunni la sfida adesso è garantire la continuità didattica. "I dirigenti scolastici attivano, per tutta la durata della sospensione delle attività didattiche nelle scuole, modalità di didattica a distanza avuto anche riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità", recita il decreto del Governo. "Per noi è molto complicato – ammette la preside Lo Verde -, durissimo direi. La quasi totalità dei nostri alunni non ha a casa un computer. Stiamo cercando di capire come organizzarci". L'ipotesi al momento è quella di utilizzare Whatsapp o Facebook. "Pensiamo di fornire dei testi, degli esercizi ai ragazzi che potrebbero utilizzare i loro cellulari o quelli dei loro genitori. Ma ancora è tutto in itinere".

A "brevissimo" nella scuola in cui a presidio sono rimasti solo lei, il suo staff e il personale Ata la preside Lo Verde convocherà un collegio dei docenti. "Garantendo le condizioni di sicurezza previste dal Governo ovviamente", precisa, spiegando che è "necessario confrontarci per individuare la strategia migliore perché i ragazzi non siano penalizzati da questo stop alle lezioni". Una sospensione che segue quella già decisa nei giorni scorsi dal Governo Musumeci per consentire le operazioni di sanificazione negli istituti cittadini. "In quell'occasione noi abbiamo organizzato lezioni all'aperto – racconta Lo Verde -. Abbiamo portato i ragazzi nel parco della Favorita e abbiamo tenuto due lezioni, una sui fossili e l'altra prettamente umanistica, con la lettura di alcune poesie. E' stato un bellissimo momento".