Coronavirus, presidente Sis118: tenere alto il livello di guardia -2-

Red/Gtu

Roma, 3 giu. (askanews) - Per Balzanelli è "altrettanto inutile, sul piano clinico, sofisticare, in questi giorni, se il paziente sia deceduto 'per' il Covid o 'con' il Covid, laddove non si è dimostrato affatto, a livello planetario, che Sars-CoV2 possa svolgere il ruolo di un 'gentile spettatore inoffensivo' rispetto al più catastrofico evento biologico che possa colpire un uomo, cioè la sua morte, che sarebbe, secondo talune ipotesi, meramente prodotta o comunque significativamente condizionata da altre patologie concomitanti".

"Basta, quindi - conclude - con le liti innaturali, amplificate a dismisura a livello massmediatico, le discussioni inferocite finalizzate alla reciproca delegittimazione, particolarmente quando si verificano tra eccellenti colleghi ed autorevoli scienziati". Perché "C'è un Paese da risollevare e da proteggere, oggi più che mai. E il 118 nazionale auspica, al contrario, più concretamente, il mantenimento ed anche una maggiore attenzione riguardo all'entità delle misure di prevenzione, particolarmente a carico delle regioni che si confermano a maggior numero di morti e di nuovi contagi, perché quanto già vissuto drammaticamente, anche sulla nostra pelle, non abbia, il più possibile, mai più a verificarsi."