Coronavirus, prima vittima in Colombia

webinfo@adnkronos.com

La Colombia ha confermato la prima morte per Covid-19 nel paese. Si tratta di un 58enne che lavorava come tassista e che aveva avuto contatti con turisti italiani. Come riportato dal Ministero della salute colombiano in una dichiarazione, l'uomo presentava sintomi di tosse, febbre e difficoltà respiratorie, oltre ad avere patologie precedenti come l'ipertensione o il diabete. 

"Il paziente è stato curato dal 13 marzo in una clinica di Cartagena e la sua morte è avvenuta il 16 marzo", ha dichiarato il ministero colombiano, aggiungendo che un'indagine è stata condotta dal National Health Institute dopo che anche sua sorella era risultata positiva al virus. 

Il governo della Colombia ha confermato 14 nuovi casi di Covid-19, portando a 210 il numero di persone infette nel paese latinoamericano. La maggior parte di loro a Bogotà, Barranquilla e Cartagena.