Coronavirus, primo caso a Mosca: l’uomo era stato in Italia

coronavirus mosca

Il coronavirus ha raggiunto anche Mosca: un cittadino di origini russe è risultato positivo ai test dopo essere stato in isolamento presso un ospedale. Stando a quanto riportano i media locali recentemente aveva fatto un viaggio nel nord Italia, la zona della nostra nazione più colpita dai contagi.

Coronavirus a Mosca

Si tratta di un ragazzo di 29 anni, David Berov, che dopo aver accusato i primi sintomi si è recato in una struttura ospedaliera. Qui il personale, vedendo che questi coincidevano con quelli tipici del virus originatosi in Cina, gli ha effettuato un tampone che ha rivelato la contrazione dell’infezione. Ora i medici provvederanno a identificare quante e quali persone sia entrato in contatto dopo aver fatto rientro in Russia per verificare se abbia contagiato anche loro. L’uomo è il primo cittadino russo ad essere risultato positivo mentre si trovava nel paese.

Quanto agli altri casi registratisi in Russia, si contano due cinesi e tre russi che però si trovavano a bordo della nave Diamond Princess e che quindi sono risultati positivi fuori dal confine della nazione. C’è poi un altra persona di nazionalità russa che ha effettuato gli accertamenti in Azerbaijan dopo esservi arrivata dall’Iran.

Intanto le autorità locali hanno adottato delle misure di contenimento, nonostante il basso numero di contagi. Tra queste la cancellazione, da parte delle scuole, delle classi di nuoto e degli eventi con una supposta alta partecipazione. E poi restrizioni ai cittadini provenienti da zone a rischio come l’Iran o la Corea del Sud.