Coronavirus, primo decesso nel milanese: morta Teresa Bellomi

Coronavirus, primo decesso nel Milanese

Sale a 38 il conto delle vittime uccise da Coronavirus nella sola Lombardia: l’ultima ad arrendesi all’epidemia è stata Teresa Bellomi, di Melegnano, in provincia di Milano, morta a 74 anni. La donna era ricoverata da fine febbraio all’ospedale Sacco del capoluogo lombardo. Si tratta anche della prima vittima dovuta al Coronavirus registrata nel milanese. A Milano e provincia infatti finora non si erano registrate vittime, mentre la conta delle persone contagiate ha superato la cinquantina dei casi, con 28 contagi nel capoluogo.

Coronavirus, morta Teresa Bellomi

Teresa Bellomi, deceduta a 74 anni, era molto nota a Melegnano in quanto vi aveva fondato una panetteria, adesso gestita dal figlio Alessandro. “In città conosceva tutti”, ha spiegato al quotidiano milanese quest’ultimo. Anche suo padre risulta ricoverato all’ospedale Sacco. Il figlio spera almeno in una sua ripresa. Solo a quel punto ha deciso che si potranno celebrare i funerali della madre.

Teresa Bellomi era affetta da altre patologie e aveva un quadro clinico molto grave. Il nuovo virus ha comportato ulteriori problemi di salute che hanno condotto la donna al decesso. L’anziana era finita in ospedale perché aveva manifestato problemi respiratori e febbre.

Non solo la comunità di Melegnano, ma anche la Confcommercio del Paese ha voluto rendere omaggio alla sua storica associata: “È passata al regno promesso ai buoni, portando con sé le opere di una vita laboriosa e onesta – ha scritto l’associazione di categoria in una nota -. Ci stringiamo, addolorati, alla famiglia Bignamini per la perdita della cara Signora Teresa Bellomi Bignamini, nostra associata e storica commerciante di Melegnano”.