Coronavirus, primo medico morto a Portogruaro

Coronavirus, primo medico morto

Registrato il primo medico morto in Italia a causa del Coronavirus, si tratta dell’anestesista Chiara Filipponi dell’ospedale di Portogruaro. La notizia è stata data dal Direttore Generale dell’Azienda Ulss 4 “Veneto Orientale”, Carlo Bremazza. “Chiara Filipponi, anestesista all’ospedale di Portogruaro, compagna da una vita del primario di Odontostomatologia Michele Capuzzo, a seguito di una grave malattia è deceduta all’ospedale di Mestre – scrive, sopra a una foto che ricorda la donna -. A nome dell’Azienda Ulss4, esprimo un profondo dolore per la perdita di questa nostra valida professionista. Le mie più vive condoglianze all’amico Michele e a tutti i familiari”.

Coronavirus, primo medico morto

La donna era stata colpita da una grave malattia. Il Coronavirus le è stato così fatale. Da circa un mese si trovava ricoverata all’ospedale dell’Angelo di Mestre, dove stava combattendo contro una grave malattia. Con un fisico così altamente indebolito, si è insinuato anche il Covid-19, che ha avuto vita facile nell’attecchire. Com’è stato precisato dall’Azienda sanitaria, il contagio dal Coronavirus è avvenuto mentre si trovava nel nosocomio mestrino. Per questo motivo non c’è stata le necessità di prendere alcuna misura nel territorio della Ulss 4.

Anche se non stava operando, Chiara Filipponi risulta essere il primo medico morto da quando è iniziata l’epidemia di Coronavirus. “Purtroppo abbiamo notizia di molti colleghi delle zone rosse e comunque del Nord Italia che si sono contagiati, presumibilmente durante lo svolgimento della professione. Alcuni di loro sono in gravi condizioni” ma non ci sono dati ufficiali. Così il Presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri (FNOMCEO), Filippo Anelli.