Coronavirus, primo morto nel Regno Unito: è un paziente anziano

coronavirus-regno-unito

È del 5 marzo la notizia del primo morto per coronavirus nel Regno Unito. La vittima sarebbe un paziene anziano con patologie pregresse deceduto presso l’ospedale Royal Berkshire di Reading, nella regione dell’Inghilterra sud orientale. Attualmente nel Regno Unito sono stati registrati 115 casi di coronavirus, dei quali 28 soltanto nelle ultime 24 ore. Di questi ultimi ben 17 hanno contratto il virus mentre si trovavano all’estero, mentre gli altro 8 sono stati contagiati entro i confini britannici.

Coronavirus, primo morto nel Regno Unito

La stessa struttura ospedaliera ha confermato il decesso del paziente con un comunicato diramato in serata: “Confermiamo che un paziente anziano con importanti patologie pregresse è deceduto. Il suddetto paziente aveva già subito un precedente ricovero in ospedale per motivazioni non correlate al coronavirus, ma in questo caso confermiamo che il test effettuato su di esso nella giornata di ieri è risultato positivo”.

Secondo l’epidemiologo e Chief Medical Officier del governo inglese Chris Whitty, il paziente avrebbe contratto il coronavirus all’interno del Regno Unito al momento gli operatori sanitari stanno già cercando di ricostruire la rete di contatti dell’uomo in modo da prevenire ulteriori contagi. Nelle stesse ore, un portavoce del premier Boris Johnson ha affermato che molto probabilmente il virus si diffonderà in modo significativo nei prossimi giorni.

Quello del Royal Berkshire Hospital si tratta peraltro del primo morto nel Regno Unito ma non del primo morto di nazionalità britannica. Lo scorso 26 febbraio infatti era deceduto un uomo inglese messo in quarantena a bordo della nave da crociera Diamond Princess, ormeggiata di fronte alle coste del Giappone.