Coronavirus, prosegue il test sul vaccino: si raccontano i volontari

·2 minuto per la lettura
Covid effetti collaterali vaccino
Covid effetti collaterali vaccino

I test per il vaccino anti-covid a cui sta lavorando la casa farmaceutica Pfizer in collaborazione con l’azienda tedesca BionTech stanno proseguendo. Ora alcuni volontari hanno deciso di raccontare la loro esperienza parlando di quali effetti collaterali abbiano subito nel corso dei test. Gli effetti collaterali sarebbero stati dei più diversi.

Dal 44enne Glenn del Texas che ha dichiarato che gli effetti collaterali del vaccino anti-covid di Pfizer sono paragonabili ad una grande sbornia a Carrie, una donna di 45 anni proveniente dal Missouri che ha accusato dei sintomi “più comuni” e “frequenti” come ad esempio febbre, dolori in tutto il corpo o ancora mal di testa. Ad ogni modo l’azienda farmaceutica Pfizer ha dichiarato che il vaccino in fase di sviluppo che prende il nome di BNT162 non avrebbe comunque fatto registrare dei gravi effetti collaterali nei 43.000 partecipanti che avrebbero preso parte al test.

Covid, gli effetti collaterali del vaccino

Mal di testa, febbre, dolori in tutto il corpo, sensazione di aver preso una grande sbornia. Questi sono solo alcuni dei sintomi che avrebbero accusato alcune persone che si sono sottoposte ai test per il vaccino anti-covid sviluppato dalla casa farmaceutica Pfizer in collaborazione con l’azienda tedesca BionTech.

“È come avere i postumi di una grande sbornia”, avrebbero detto alcuni volontari del test a tal proposito. Non solo. Glen Deshields, un uomo di 44 anni originario di Austin nel Texas avrebbe aggiunto tra le altre cose che si era detto felicissimo circa l’efficacia del vaccino sviluppato dalle due aziende. Anche Carrie che avrebbe accusato dei sintomi più comuni come mal di testa e febbre avrebbe dichiarato di sentirsi comunque felice di dare il suo contributo per la battaglia contro questa pandemia.