Coronavirus, proteste nelle carceri: a Foggia ancora 6 ricercati

Red/Gtu

Roma, 12 mar. (askanews) - A Foggia rimangono 6 ricercati, evasi dopo le proteste dei detenuti per i provvedimenti anti coronavirus. Una protesta che nelle carceri italiane si è attenuata: sono infatti "poche le manifestazioni di protesta registrate oggi e quasi tutte aventi ad oggetto la percussione di cancelli e inferriate", ha reso noto il ministero della Giustizia.

In particolare, "nel carcere di Avellino è proseguito per tutta la giornata il rifiuto di rientrare nelle camere di pernottamento da parte dei detenuti comuni al primo piano della struttura e di quelli in regime di alta sicurezza al secondo piano, senza tuttavia disordini per l'ordine e la sicurezza dell'istituto".

A Foggia, con la cattura di altri quattro evasi, è sceso a 6 il numero dei detenuti ancora ricercati dalle forze dell'ordine.