Coronavirus, protocolli rispettati per clochard in Vaticano

Ska

Città del Vaticano, 9 mar. (askanews) - Per i senza tetto che la notte dormono in zona Vaticano "sostanzialmente non cambierà assolutamente nulla" a causa del coronavirus: lo spiega il prof. Andrea Arcangeli, Vice Direttore della Direzione di Sanità ed Igiene del Governatorato.

"L'elemosineria guidata dal cardinale Konrad Krajewski continuerà a curarsi di loro offrendo la possibilità di passare la notte al riparo delle intemperie", spiega il dottore in un'intervista a Vatican News. "Anche in questo caso si stanno rispettando i protocolli di sicurezza facendo sì che vi sia una maggiore distanza tra le persone e cercando di evitare anche in questo caso contatti ravvicinati. Inoltre i nostri vigili del fuoco, come fanno ogni mattina ormai da molto tempo, si occupano di sanificare e pulire quotidianamente le aree in cui le persone senza fissa dimora hanno pernottato e naturalmente continueranno a farlo".

(segue)