Coronavirus, pubblicato su "Nature" lo studio di Crisanti ... -4-

Red/Gca

Roma, 30 giu. (askanews) - "Lo studio di Vo' ha dimostrato che identificare precocemenete clusters di infezioni e intervenire in maniera tempestiva con l'isolamento dei casi infetti sono strategie in grado di sopprimere la trasmissione e bloccare sul nascere un'epidemia - dice la dott.ssa Ilaria Dorigatti, del MRC Centre of Global Infectious Analysis dell'Imperial College di Londra. Questo risultato, ottenuto a fine febbraio, estremamente attuale visto il rischio di nuovi clusters di infezioni e di una seconda ondata. Ci sono ancora molte domande aperte sul virus, come ad esempio il ruolo dei bambini e il contributo delle infezioni asintomatiche o paucisintomatiche alla trasmissione. Trovare risposte a queste domande di fondamentale importanza per identificare strategie di controllo mirate e sostenibili per combattere la trasmissione di SARS-CoV-2 in Italia e nel mondo nei prossimi mesi".

Questo studio fa luce sulla frequenza dell'infezione asintomatica da SARS-CoV-2, la relativa infettivit (misurata dalla carica virale) e fornisce nuovi spunti sulla sua dinamica di trasmissione e sull'efficacia delle misure di controllo messe in atto nel cluster di Vo': il monitoraggio dell'infezione con tamponi esteso a tutta la popolazione, l'isolamento domiciliare per i postivi(inclusi asintomatici o paucisintomatici), il distanziamento sociale e l'uso di dispositivi di protezione individuale sono risultati altamente efficaci nel sopprimere la trasmissione di SARS-CoV-2.