Coronavirus, Puglia: nuovo esodo da nord sovraccarica sanità

Cro/Ska

Roma, 14 mar. (askanews) - "C'è un altro esodo in corso dalle regioni del Nord verso la Puglia. Le persone che stanno arrivando in queste ore da zone interessate all'epidemia HANNO L'OBBLIGO DI AUTOSEGNALARSI". Così su Facebook il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

"Ben 3000 persone dal 12 marzo si sono autosegnalate sul sito della Regione e si sono poste in auto quarantena. Sarebbe opportuno che anche i familiari si mettano in autoquarantena. Dal 29 febbraio a oggi sono 16545 i pugliesi che si sono autosegnalati compilando il modulo online come tornati a casa dalle regioni del Nord interessate dall'epidemia. Un sovraccarico di questo genere del sistema sanitario pugliese sarà difficilissimo da gestire".

"L'autosegnalazione attraverso il modulo on line consentirà a noi di controllare tutti coloro che sono rientrati ed effettuare la sorveglianza prevista dalle ordinanze. Qui il link al modulo https://www.sanita.puglia.it/autosegnalazione-coronavirus I pugliesi possono segnalare il loro rientro in Puglia anche telefonicamente al proprio medico curante".

"Chi è rientrato dalle zone indicate (dal 7/03/2020) per soggiornare nel proprio domicilio, abitazione o residenza in Puglia deve osservare - come da ordinanza della Regione Puglia: la permanenza domiciliare con isolamento, mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni e il divieto di spostamenti e viaggi; rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza; in caso di comparsa di sintomi, deve avvertire immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta o l'operatore di sanità pubblica territorialmente competente per ogni conseguente determinazione".