Coronavirus, Quagliariello: Parlamento lavori tutto in sede idonea

Pol/Bac

Roma, 18 mar. (askanews) - "E' confortante che le massime istituzioni dello Stato e diversi leader ed esponenti politici di maggioranza e soprattutto di opposizione abbiamo assunto una posizione inequivoca rispetto all'esigenza che il Parlamento in questo momento difficile non diserti e svolga compiutamente il suo ruolo". Lo dichiara il senatore Gaetano Quagliariello, di 'Idea-Cambiamo'.

"E' auspicabile ora che la giusta preoccupazione di non renderci strumento del contagio e di non dare messaggi contraddittori ai cittadini ai quali vengono chiesti prudenza e rigore - prosegue - non venga adempiuta in modi che creerebbero precedenti seri per la rappresentatività delle nostre istituzioni parlamentari e lederebbero anche i diritti in capo a ogni singolo parlamentare. Anche perché vi sono modi per soddisfare entrambe le esigenze, ad esempio trasferendo i lavori delle Camere in sedi idonee a garantire il rispetto delle distanze e delle regole di sicurezza sanitaria. Sarebbe infine auspicabile che i due decreti fin qui varati sull'emergenza coronavirus non venissero accorpati in una specie di omnibus impossibile da esaminare con la dovuta attenzione, e che la materia venisse suddivisa tra Camera e Senato previa definizione di un regime di collaborazione".

"Tali preoccupazioni - conclude Quagliariello - non riguardano solo la forma della rappresentanza democratica ma anche la sostanza dal momento che, come è stato giustamente evidenziato, sul contenuto del decreto economico è lecito l'esercizio della critica e, laddove ad essa non si desse ascolto, del dissenso".