Coronavirus quattro comuni della Lombardia saranno area ad alto rischio

·1 minuto per la lettura
Covid Viggiù zona rossa
Covid Viggiù zona rossa

Alla luce della formazione di diversi focolai relativi alla diffusione delle nuove varianti covid il comune di Viggiù in provincia di Varese e altri tre comuni lombardi, nello specifico Mede (PV), Bollate (MI) e Castrezzato (BS) passeranno in zona rossa a partire dalle ore 18 di mercoledì 17 febbraio.

A renderlo noto il Governatore della Regione Lombardia Attilio Fontana che ha firmato un’ordinanza che prevederà oltre alle “disposizioni previste nella cosiddetta ‘fascia rossa’”, anche la chiusura delle scuole primarie e secondarie oltre alle scuole dell’infanzia e agli asili nido. Le disposizioni firmate rimarranno in vigore fino per una settimana, vale a dire fino al prossimo 24 febbraio.

Covid, Viggiù in zona rossa

In relazione all’insorgere di cluster di contagio, legati alla diffusione di varianti del virus, il Presidente della Regione – sentito il ministro della Salute…ha stabilito con un’ordinanza che nei comuni di Viggiù (VA), Mede (PV), Castrezzato (BS) e Bollate (MI), verranno applicate le disposizioni previste nella cosiddetta ‘fascia rossa’”. Con queste parole il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ha annunciato l’instaurazione della zona rossa in quattro comuni della Lombardia.

In particolare il sindaco di Viggiù Emanuela Quintiglio ha annunciato che sottoporrà allo screening circa 5.000 persone. Su Facebook il primo cittadino di Viggiù ha scritto: “Lo screening, iniziato sulla popolazione scolastica, proseguirà e sarà esteso da domani all’intera popolazione che è chiamata a sottoporsi a tampone presso il presidio delle Fontanelle di Malnate. La convocazione arriverà direttamente da ATS”.