Coronavirus, quattro denunciati a Acerra da polizia municipale

Cro/Ska

Roma, 12 mar. (askanews) - Sono state 4 le persone denunciate nella giornata di mercoledì, tra le 71 persone controllate ieri su tutto il territorio cittadino ad Acerra dalla polizia municipale, perché non hanno fornito "comprovate esigenze" per i loro spostamenti come stabilito dal DPCM "Io Resto a Casa". Mentre nella sola mattina di oggi gli agenti della Polizia municipale hanno denunciato 3 persone per il mancato rispetto delle disposizioni emanate nel decreto del Governo, controllando le principali strade di accesso e nelle zone abitualmente più trafficate del territorio comunale.

Il DPCM "Io Resto a Casa" è stato adottato per fronteggiare l'emergenza coronavirus. I controlli da parte della polizia municipale di Acerra rivolti ad assicurare il rispetto delle disposizioni proseguiranno costanti.

Il Sindaco di Acerra Raffaele Lettieri ribadisce la necessità di rispettare le disposizioni emanate e di restare in casa a tutela della salute propria e di tutta la Comunità. Sono vietati gli spostamenti ad eccezione che per esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di salute. La sanzione per chi viola le limitazioni agli spostamenti è quella prevista dall'articolo 650 del Codice Penale: "Inosservanza di un provvedimento di un'autorità", salvo che non si possa configurare un'ipotesi più grave.