Coronavirus, ragazzo denunciato: in un video era in viaggio verso Como

Coronavirus, incastrato da video mentre guida

Un altro ragazzo cerca di eludere i controlli imposti dalle nuove norme anti Coronavirus. Ad incastrarlo un video postato su Facebook, in cui guida dalla provincia di Sondrio fino a quella di Como per recuperare la sua fidanzata: “Sto cercando di andare a prendere la mia ragazza che è in quarantena. Ce la farò! Ho già preparato tutte le scuse di ‘sto mondo”, dichiara a gran voce nelle immagini riprese.

Ragazzo incastrato da un video

Hashtag Coronavirus. Questa la scritta che campeggia sul video registrato dal giovane di Piantedo, Sondrio, speranzoso di poter aggirare i controlli delle Forze dell’Ordine che sono state disposte su tutto il territorio italiano a guardia dei collegamenti stradali.

Appena pubblicato il video sul social network, è stato notato dai Carabinieri, che si sono immediatamente messi sulle sue tracce per bloccarlo. Hanno identificato la fidanzata, residente a Dongo, Como, che però non era affatto in quarantena né positiva al Coronavirus.

Ha violato le norme sul Coronavirus

Il giovane è stato denunciato per procurato allarme e, ovviamente, le riprese che l’hanno incastrato sono state cancellate da Facebook. Diverse persone hanno tentato di eludere il divieto di circolazione, soprattutto nella provincia di Milano: ben 37 le denunce inoltrate dai Carabinieri, per violazione delle norme di contenimento emanate dal Governo Conte.

Per potersi spostare, infatti, è obbligatorio avere con sé un’autocertificazione che ne attesti il motivo. Questa va compilata solo per necessità quali lavoro, rientro al domicilio, salute. Anche chi esce di casa per andare a trovare amici, parenti o compagni può essere denunciato o multato fino a 206 euro: è il caso di un ragazzino, bloccato dalle Forze dell’Ordine mentre stava camminando per le vie di Cornaredo, diretto dalla sua fidanzata.