Coronavirus, Regione Toscana farà screening di massa

Xfi

Firenze, 17 mar. (askanews) - La Regione Toscana si sta attrezzando per effettuare uno screening di massa sulla propria popolazione. Lo ha fatto sapere, in un videomessaggio, il presidente Enrico Rossi.

"Mi sono sentito con l'immunologo Romagnani -spiega Rossi- per come organizzare una campagna per contenere la diffusione della malattia. Noi siamo la prima Regione che aveva deciso di fare tamponi anche a asintomatici. Anche sul territorio abbiamo già in corso molti tamponi che vengono fatti con un prelievo da unità speciali. Ogni unità speciale per ogni distretto di 30 mila abitanti circa. L'unità si muoverà secondo le disposizioni dei medici di famiglia in caso di sospetto caso".

"In Toscana -ricorda Rossi- avevamo tre laboratori autorizzati dal Ministero della Salute. Con mia ordinanza abbiamo stabilito che entrassero in funzione altri cinque. Più si unice un privato accreditato con cui ci siamo convenzionati. Io dico subito che se ci sono altri privati che si sentono in grado di fare le analisi dei tamponi, lo facciano".

"Siamo passati da 700 tamponi al giorno ad una potenzialità nei prossimi giorni di ben 3500 tamponi. Ma l'analisi richiede mediamente dalle 4 alle 8 ore. Per questo sul mercato si stanno affacciando nuovi test più veloci. Quindi vogliamo lanciare una campagna che sfrutti il test sierologico che si fa col prelievo del sangue che dimostrano le presenza di anticorpi al virus. E' un test che si presta a asintomatici. Abbiamo ordinato a più fornitori di fornirci di ben 500 mila test", ha concluso Rossi.