Coronavirus, Regione Veneto: non si trasmette con gli alimenti

Bnz

Venezia, 3 mar. (askanews) - 'Liberare' le merci e i prodotti agricoli dalla paura 'surreale' del coronavirus rilanciando la sicurezza e la qualità dell'intera filiera agroalimentare del 'made in Veneto' e reperire manodopera stagionale per non fermare le attività sui campi e la raccolta di asparagi, fragole, ortaggi di serra, ciliegie: sono queste le prime richieste del Tavolo Verde della Regione Veneto, convocato oggi dall'assessore all'agricoltura, per formulare al presidente del Veneto e al Governo la graduatoria degli interventi normativi ed economici che possano aiutare il settore agroalimentare a fronteggiare la crisi generata dall'emergenza Covid-19.

Al tavolo hanno preso parte i presidenti regionali di Coldiretti, Confagricoltura, Cia, Agriveneto, Confcooperative, Legacoop, insieme ai referenti padovani delle associazioni agricole, per un focus specifico anche sull'area di Vo' e dei Colli Euganei.

(Segue)