Coronavirus, Regioni: interventi straordinari per made in Italy

Rus

Roma, 3 mar. (askanews) - "Abbiamo chiesto al Governo l'adozione di un "pacchetto" di misure e interventi straordinari a favore dell'internazionalizzazione delle nostre imprese. E l'emergenza Coronavirus deve servire ad accelerare questi processi". Così Girolamo Turano (vicario coordinatore della commissione Attività produttive della Conferenza delle Regioni e assessore regione Sicilia) spiega la posizione della Conferenza delle Regioni nel corso della presentazione alla Farnesina del Piano straordinario 2020 per la promozione del Made in Italy.

"E' necessario intervenire subito perché altrimenti si perde la possibilità - spiega Turano - di entrare in nuovi mercati o di promuoverli nel mondo con la chiusura delle fiere specializzate. E' difficile l'operatività delle nostre imprese all'estero, rischiamo di restare isolati, proprio nell'export che è la vera forza del made in Italy e cioè della nostra economia. Dobbiamo scongiurare la perdita di quote di mercato a favore di Paesi concorrenti. Lo stesso calo delle esportazioni in Cina sottolinea l'urgenza di questi interventi. Le Regioni sono pronte ad intervenire con strumenti di incentivazione integrati, rafforzando gli stanziamenti già sostenuti per l'internazionalizzazione. Insieme agli interventi e alle strategie nazionali potremo far ripartire il sistema Paese e sbloccare questa situazione di lenta paralisi del nostro sistema produttivo".