Coronavirus, Renzi: bene flessibilità da Ue, ma prima liquidità

Vep

Roma, 3 mar. (askanews) - "Bene che il Governo chieda flessibilità all'Europa. E' un dovere. Ma il punto fondamentale oggi non è la flessibilità, ma garantire alle aziende la liquidità per oggi e un progetto chiaro per domani. Liquidità prima che flessibilità". E' quanto scrive il leader di Iv Matteo Renzi nella sua Enews.

"Oggi siamo fermi. E ancora il peggio deve arrivare in Italia e all'Estero. Inutile fare chissà quali voli pindarici. L'Europa può e deve risolvere i problemi di liquidità - aggiunge l'ex premier -. Bisogna permettere alle Banche, con gli strumenti finanziari previsti dai trattati e con la regia della Banca Centrale Europea, di garantire senza nessun costo la liquidità alle aziende, i mutui alle famiglie, il pagamento delle tasse. Questa è la vera, prioritaria, misura d'emergenza. Intanto, ti garantisco che non salti per aria, intanto ti faccio galleggiare. Poi riprenderemo a nuotare. Ma, se non si interviene sulla liquidità subito, quando ci sarà da tornare a nuotare molte aziende saranno già affogate".

"Primum vivere. E per vivere serve liquidità", conclude.