Coronavirus, Renzi: copiare Corea del Sud su tracciamento contagi

·1 minuto per la lettura

Roma, 17 mar. (askanews) - Copiare il modello della Corea del Sud che 'traccia' i cittadini per individuare subito i rischi di contagio da Coronavirus, cedendo "un po' di privacy" con la consapevolezza che già adesso si sta rinunciando ad altre libertà costituzionali. È la proposta del leader di Italia Viva, Matteo Renzi, che in una diretta Facebook avanza tre ipotesi per affrontare la pandemia: uso della tecnologia, regia Ue su ricerca e innovazione, riconversione di alcune aziende per produrre respiratori: "Il problema è globale, prendiamo esempio dalle realtà migliori". Il governo "deve essere incoraggiato ad andare avanti, e da parte nostra deve esserci aiuto con le proposte". Dunque, spiega Renzi, "benissimo tutto quello che si sta facendo, ma perché non proviamo a copiare alcuni modelli che stanno funzionando nella cura e nell'uso della tecnologia? Ad esempio, in Corea del Sud non solo curano e testano, ma tracciano. Con il telefonino puoi seguire non solo le singole persone ma utilizzarlo per ridurre i contagi, per anticipare le cure. Si tratta di cedere un po' della propria privacy - riconosce Renzi - ma ora stiamo già rinunciando alla libertà di movimento. Non è che la cosa finisce domani mattina. Ubbidiremo alle indicazioni, ma ci vorrà del tempo per ripartire. Ed avere degli strumenti tecnologici che ci evitino di ricadere nella pandemia è molto importante". La seconda proposta riguarda la ricerca del vaccino: l'Italia "ha delle eccellenze", "ci sono delle cure che sembrano funzionare", ma Renzi osserva: "Vorrei che la Ue si facesse sentire tutta insieme sulla questione della ricerca, della scienza, dell'innovazione". Terza proposta: "Convertire alcune aziende della meccatronica per fare respiratori. Sono strumenti fondamentali ed è la priorità per quando arriverà il picco".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli