Coronavirus, Renzi: peggio deve venire, coinvolgiamo Bertolaso

Fdv

Roma, 8 mar. (askanews) - "Queste sono forse le ore più delicate della storia recente del nostro Paese. Bisogna dire la verità: l'emergenza sanitaria non è ancora al picco e il peggio deve ancora arrivare. Dirselo è segno di maturità, perché è la verità". Lo ha detto Matteo Renzi in un video su Facebook suggerendo di "affiancare alla struttura valida che già sta lavorando, personalità che già abbiano una esperienza nella gestione delle crisi. Ci vuole uno come Guido Bertolaso a dare una mano a Palazzo Chigi in queste ore. Forse ci vuole proprio Guido Bertolaso". Per Renzi serve "una personalità che abbia una capacità di lavorare con governi di tutti i colori e che sia però capace anche di mettere le mani là dove serve nella comunicazione istituzionale durante la crisi, che è un tema fondamentale, e dall'altro lato nella gestione dell'emergenza".

L'ex premier ha sottolineato che "sulla sanità è giusto ascoltare i medici, gli scienziati, i virologi e fare le cose che ci vengono dette, ma dal punto di vista politico ora è il momento di capire che o interveniamo adesso o rischiamo di perdere un pezzo delle Pmi del nostro Paese".

Il leader di Italia Viva ha annunciato che mercoledì interverrà in Senato e voterà a favore della "richiesta del ministro Gualtieri di avere più deficit in Europa, ma interverremo soprattutto per dire che occorre liquidità immediata, anche alle famniglie". Per Renzi "se uno non arriva alla fine del mese, la prima cosa da fare è bloccare i mutui, farli slittare di un anno". Per le piccole imprese, ha aggiunto Renzi, "bisogna assolutamente intervenire con gli strumenti della cassa integrazione anche per quelli che non avrebbero titolo".

Renzi non ha mostrato dubbi, "dobbiamo seguire le regole, perchè se siamo in una situazione di emergenza e non seguiamo le regole siamo all'anarchia". Questo "vuol dire anche rispettare i decreti che il governo ha deciso di attuare. Se c'e' una catena di comando va rispettata".