Coronavirus, Renzi: sospendere rate mutui e prestiti per il 2020

Adm

Roma, 3 mar. (askanews) - Prima ancora della flessibilità, l'Italia deve chiedere all'Ue di sostenere la "liquidità", aiutando le banche a concedere una sospensione delle rate di mutui e prestiti per tutti coloro che non riescono a pagare a causa della crisi provocata dal Coronavirus. Lo ha detto Matteo Renzi in una diretta Facebook.

"Prima di chiedere la flessibilità all'Europa, abbiamo una cosa da chiedere: prima viene l'emergenza liquidità. L'Europa deve battere un colpo, aiuti i nostri istituti di credito a garantire che la liquidità ci sia per tutti".

Spiega il leader di Iv: "L'Europa aiuti le banche italiane per permettere a chi non ce la fa a pagare le rate del mutuo o del prestito" di sospendere i pagamenti per tutto il 2020. Bisogna dare "lo spazio per tutto il 2020 di poter rinviare. Non è che non pago più, è come se si allungasse la scadenza: se non pago per nove mesi, nei nove mesi successivi alla scadenza del mutuo continuerò a pagare".

Insomma, aggiunge Renzi, "le banche non devono "mettere in mora" chi non paga per tre, sei, nove mesi... Non risolve il problema strutturale, ma è una sorta di ancora di salvezza in questa fase, una sorta di galleggiante per restare a galla". Si tratta, ha precisato, di una "proposta condivisa con importanti autorevoli manager del mondo della finanza".