Coronavirus, Renzi: strategia per futuro, letale perdere tempo

Afe

Roma, 23 mar. (askanews) - Nell'epidemia di coronavirus, "c'è anche un'emergenza economica. Proprio in queste ore, in cui si chiudono le fabbriche, con un'accesa polemica tra Confindustria e Sindacati, tra Regioni e Governo, penso che sia opportuno che si metta in campo adesso la strategia per quando riapriremo. Il politico non segue gli eventi: deve anticiparli. Questo vale o dovrebbe valere anche per l'economia. Non a caso, dagli Stati Uniti alla Germania, dal Regno Unito alla Cina, tutte le leadership stanno organizzando da subito gli investimenti necessari. Bene, adesso anche noi, tutti insieme, dobbiamo immaginare cosa avverrà nei prossimi mesi e mettere in campo tutti gli strumenti per ripartire. Non è fuori tempo parlare oggi di quando ripartire: è fondamentale. Altrimenti rischiamo di avere molte aziende che oggi chiudono ma che domani non riaprono". Lo scrive nella sua e-news il leader di Italia viva Matteo Renzi.

"Liquidità, shock sui cantieri, rinvio di tasse e mutui, certo. Ma anche - aggiunge - un piano strategico per l'Italia del futuro: questo deve consegnarci l'emergenza Covid. Ho scritto un tweet su questo e molti mi hanno risposto: ah, ma cosa parli di futuro? Ora dobbiamo pensare ai malati. Certo che dobbiamo pensare ai malati. Ma dobbiamo anche pensare a ripartire, non possiamo pensare che la soluzione del futuro sia un reddito di cittadinanza per tutti. Perdere tempo oggi sarebbe letale per domani. E l'Europa deve immettere liquidità nel sistema. Lo hanno fatto i cinesi, lo stanno facendo gli americani, dobbiamo farlo anche noi da Bruxelles e soprattutto Francoforte".