Coronavirus, Rete Studenti-UDU: malattia pericolosa è il razzismo

Fgl

Roma, 3 feb. (askanews) - "La malattia più contagiosa è il razzismo. Perché di questo si tratta, non di allarmismo. La volontà di ghettizzare dei bambini, degli studenti, è vergognosa. La Lega tenga la sua propaganda fuori dalle scuole, o gli studenti risponderanno". Lo dichiara Federico Allegretti, coordinatore della Rete degli Studenti Medi commenado le richieste di isolamento degli studenti cinesi.

"L'istruzione pubblica deve essere luogo di inclusione e consapevolezza, non di esclusione e allarmismo. Dietro ai banchi siamo tutti uguali, e la prevenzione non si fa isolando gli studenti su base etnica, ma aumentando i fondi in ricerca e sanità, coma la Lega non ha mai fatto quando era al governo!" continua Enrico Gulluni, coordinatore dell'Unione degli Universitari.

"Per questo ci siamo messi le mascherine: per trasformare quello che sta diventando il simbolo della discriminazione e del razzismo nel suo opposto. Domani nelle scuole e nelle università di tutta Italia indosseremo delle mascherine per dire che la malattia più pericolosa è il razzismo!" Concludono Gulluni e Allegretti.