Coronavirus, Ricciardi: “Caldo non sconfiggerà il virus”

coronavirus

Walter Ricciardi, consigliere del Ministro della Salute Speranza è intervenuto al programma di La7 Coffe break, spiegando che la bella stagione potrebbe non bastare a ridimensionare il contagio di coronavirus.

Coronavirus, Ricciardi: “Caldo un palliativo”

Per molti esperti del settore, il coronavirus è paragonabile ad una influenza stagionale che sta trovando maggiore incidenza nei mesi invernali, per poi quindi scemare con la bella stagione.

Secondo quanto descrive Walter Ricciardi però così non sembra: “Non passerà da solo con l’arrivo della bella stagione. Il caldo può dare una mano ma non risolve la situazione, tutto dipenderà dalle scelte che faremo e dal modo in cui lavoreremo. Serve un supporto a chi lavora nelle zone interessate, cercando di evitare il più possibile che si estenda ad altre regioni”, ha spiegato il componente del comitato esecutivo dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza, a CoffeeBreak su La7.

Rebus scuole

Dopo una settimana di scuole chiuse, Ricciardi lascia intuire che si possa replicare il prolungamento della chiusura delle scuole in Lombardia e nelle regioni più toccate dall’epidemia per la prossima settimana: “Sul tema delle riaperture delle scuole ieri abbiamo fatto un intenso lavoro con gli esperti, i cui risultati abbiamo sottoposto al ministro e al presidente Conte. Posso anticipare che serve assolutamente la massima cautela“.