Coronavirus, rimossi i vertici del partito comunista a Hubei

Sim

Roma, 13 feb. (askanews) - Rimossi i vertici del partito comunista nella provincia cinese di Hubei, epicentro dell'epidemia di coronavirus che ha causato finora la morte di oltre 1.300 persone.

Stando a quanto riferito dall'agenzia di stampa Xinhua, il segretario del partito di Hubei, Jiang Chaoliang, è stato sostituito dal sindaco di Shanghai, Ying Yong, 61 anni, stretto alleato del presidente cinese Xi Jinping. (Segue)