Coronavirus a Roma: arrivano le ordinanze della Regione

coronavirus germania primo caso europa

Dopo il suo dilagare nel Nord Italia, il Coronavirus fa tramare anche il Centro e il Sud, e a Roma la situazione potrebbe presto diventare seria. Per questo motivo la regione Lazio ha diramato una nuova ordinanza molto restrittiva che non permetterà ai cittadini determinati movimenti in molti luoghi affollati. Oltre ad imporre il divieto di spostamenti e viaggi, è “disposta la sospensione delle attività fino a nuove disposizioni di piscine, palestre e centri benessere”, si legge. “L’ordinanza è emessa nel rispetto dei ruoli istituzionali”.

Coronavirus a Roma, arrivano le ordinanze

“Sono sospese le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura, ivi inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”. Intanto l’assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato ha affermato che “il sistema sanitario unito ce la farà”.

“In attuazione del Dpcm dell’8 marzo 2020 tutti i musei, i teatri e tutti i luoghi e gli istituti della cultura, come gli spettacoli, sono sospesi su tutto il territorio nazionale e dunque anche a Roma”. Questo ciò che si può leggere nell’ordinanza pervenuta dal Campidoglio. “Oltre a tutti i teatri e cinema saranno perciò chiusi anche il sistema dei Musei civici, il Palazzo delle Esposizioni e anche la Casa del Cinema come le Biblioteche”.

Ordinanza Regione Lazio

Il Comune di Roma si è così adeguato alle disposizioni governative sul Coronavirus, imponendo una ulteriore stretta alle attività pubbliche e culturali. Tutto, o quasi, rimarrà chiuso fino a 3 aprile. “Vale anche per i Musei Vaticani. Nella Santa Sede”.

Ordinanze Regione Lazio